Franco Moretti
Curriculum professionale e artistico
Ha studiato pianoforte e composizione con C. Martinez e D. Paris, arrangiamento per Big Band con M. Tiso e arrangiamento per musica leggera con A. Tommasi.

Dopo aver scritto musica per spettacoli teatrali con la regia di F. Cavalli, A. Fabrizi, R. Cesareo, M. Inversi, S, Vulicevic, dal 2007 scrive e suona dal vivo le musiche per gli spettacoli messi in scena dal Centro Studi Enrico Maria Salerno con la regia di Fabio Cavalli presso la Casa Circondariale di Rebibbia Nuovo Complesso.

Nel 2010 fonda l’Orchestra Popolare Romana della quale è direttore. L’orchestra è attiva prevalentemente nella ricerca e nella diffusione della musica di tradizione ebraica italiana, sefardita e ashkenazita: ha debuttato presso il Palazzo della Cultura, ha suonato per la Giornata della Memoria e in occasione della Giornata Europea della Cultura Ebraica a Firenze al Tempio Israelitico. Ha tenuto inoltre concerti nel teatro del cacere romano di Rebibbia eseguendo musiche klezmer e del bacino del Mediterraneo, alla Sala Margana, e al Jewish Community Center in vari concerti organizzati dalla Comunità Ebraica di Roma.

Ha scritto testo e musiche per gli spettacoli: “Il violinista sul Tevere”, un diario in musica ambientato nella Roma di fine ’800 che ha debuttato nel Dicembre 2013, “Storie – racconti in musica” che ha debuttato nel Marzo 2014 e “Vienna”, uno spettacolo di canzoni e musiche che ha debuttato nel Dicembre 2015.

Dal 2013 al 2015 ha tenuto un laboratorio musicale con un gruppo di detenuti del carcere di Rebibbia, sezione G9, mirato allo studio e alla interpretazione di canzoni popolari italiane e d’autore. In quest’ambito è stato realizzato un concerto al teatro del Carcere nel Novembre 2013.

Suona il flauto nella Banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio per la quale ha scritto lo spettacolo “Lettere da Roma”, andato in scena al teatro Palladium nel Gennaio 2015.